Home / Itinerari / Oasi del Brusà / Domus mellifera

Oasi Valle Brusà

Installazione Dimostrativa Esperienziale: Domus mellifera

Hai appena scansionato il QRcode relativo all’Installazione “Domus mellifera” dell’Itinerario della Biodiversità. Gli Itinerari della Biodiversità sono itinerari interattivi ed esperienziali realizzati nell’ambito del “Progetto Biodiversity Bridges- Approccio di co-creazione sistemica per costruire l’ambiente del futuro” e messi in rete, sulle piattaforme OutdoorActive e Veneto Outdoor, al fine di favorirne la fruizione.

Gli itinerari includono come punti di interesse sia le peculiarità naturalistiche e i luoghi di interesse storico-culturale presenti nelle aree interessate dal Progetto, sia le installazioni dimostrative esperienziali, realizzate e posizionate dai ragazzi degli istituti coinvolti.

Gli “itinerari della biodiversità” sono funzionali a favorire la sensibilizzazione, la conoscenza diretta e la tutela delle risorse naturali presenti nelle aree oggetto di intervento da parte dei residenti, ma anche di turisti e studenti.

Il Progetto Biodiversity Bridges, finanziato dalla Fondazione Cariverona con il bando Habitat 2020, ha come obiettivo lo sviluppo di nuovi modelli di gestione territoriale ispirati ai principi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, con un particolare riguardo alla tutela della biodiversità.

In particolar modo il Progetto prevede di valorizzare tre aree considerate biotopi modello della provincia veronese: il parco del Monte Tenda a Soave, il Parco Valpolicella tra Fumane e Marano, la Palude del Brusà e il Parco Le Vallette a Cerea.

L’eventuale mancanza delle installazioni dimostrative esperienziali lungo il percorso può essere dovuta a causa di manutenzione, sostituzione o furto delle stesse.

Domus mellifera

La Domus mellifera è un nido artificiale creato appositamente per le api selvatiche che va semplicemente posizionato e non implica alcuna gestione “apistica”. La domus mellifera va collocata ad una altezza uguale o superiore ai 2-3 m da terra ed esposta a sud, evitando zone in cui l’irradiazione solare sia presente tutto il giorno (specialmente in aree calde).

Il popolamento non è automatico ma non si deve popolare artificialmente. È possibile, però, strofinare l’interno della Domus mellifera con essenze ed erbe aromatiche, quali ad esempio Melissa, Rosmarino o Cedronella, nonché cera naturale sui tondini d’attracco, al fine di rendere la Domus mellifera più ospitale.

All’insediamento di uno sciame, la colonia dovrebbe essere monitorata ad intervalli regolari, circa ogni uno-due mesi, per segnalarne la vitalità. L’apertura inferiore del nido va aperta solo per eventuali pulizie invernali ed esclusivamente quando non vi si sia insediata una colonia. 

Le api non devono essere mai disturbate e non si deve mai procedere con il prelievo di miele, favi o covata; inoltre non è necessario nutrirla o svolgere altre azioni di gestione: “Quando una colonia si sarà insediata nella Domus mellifera dovremo considerarla come se fosse dentro il cavo di un albero od un muro, dobbiamo lasciarla alla sua totale naturalità”.

Scopri di più sulla Domus mellifera qui.

La Domus mellifera dell'Oasi Valle Brusà

La Domus Mellifera posizionata all’interno dell’Itinerario della Biodiversità dell’Oasi Valle Brusà è stata realizzata e posizionata con l’aiuto di alcune classi degli Istituti Partner di Progetto.

Previous
Next

La Domus mellifera del Parco della Valpolicella

La Domus Mellifera posizionata all’interno dell’Itinerario della Biodiversità del Parco della Valpolicella è stata realizzata e posizionata con l’aiuto di alcune classi degli Istituti Partner di Progetto.